Attualità

Il G7 blinda Taormina, ma a Giardini Naxos ci sono Oxfam e No G7

#G7 #taormina

Mentre tra le strade di Taormina si respira un’aria strana e lontana dalle folleggianti giornata tipiche del glamour paesino messinese, a Giardini Naxos sabato sembrerebbe essere in programma la manifestazione dei No G7, mentre oggi si è svolto il flash mob inscenato da Oxfam per sollecitare i leader del G7 a far fronte al dramma della fame nel mondo.

Oltre seimilacinquecento uomini, militari e forze di polizia, presidiano gli accessi alla città e ad ogni vicolo. Per il famoso vicolo stretto sono dispiegati ben tre uomini armati tra i suoi colorati scalini.

Così come le uscite dell’autostrada, le strade statali e le vie di Giardini Naxos e Letojanni, sede del media center e tutta la zona di mare tra Taormina e Giardini è pattugliata da acquascooter.

Non mancano i metal detector e centinaia di telecamere fisse e mobili, comprese le body cam in dotazione agli agenti in borghese.

g7-taormina-8.jpeg

Nel paese i negozi sono rimasti aperti, ma deserti. Godranno sicuramente della visibilità data al paese solo dal giorno della chiusura del meeting.

Oggi le prime delegazioni saranno a Taormina compreso il presidente Donald Trump.

Da domani iniziano i lavori di cui ricordiamo i temi principali di cui nessuno sembra ricordarsi: emergenza migranti e, dopo i fatti di Manchester, pericolo terrorismo.

D.D.B.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: