APERTURA Cronaca Politica

Vittorio Sgarbi, il prossimo governatore della Sicilia

#nowinsicily

«Mi candiderò da solo alla presidenza della Regione Siciliana. Sono sicuro che creerò qualche turbamento». È questa l’ultima dichiarazione di Vittorio Sgarbi, fatta durante la suo ospitata nella trasmissione “Casa Minutella” sull’emittente televisiva palermitana TRM.

Il critico d’arte, avvezzo alle provocazioni ha affermato di aver avuto questa “illuminazione” la notte scorsa e ha rincarato la dose dicendo che correrà solo alla presidenza della regione, «d’altronde quando Crocetta si candidò senza primarie da solo contro tutti è riuscito poi a far confluire tutti su di lui, perchè non dovrei riuscirci io?»

Ma non si è fermato qui Sgarbi, durante il programma ha rivelato anche i punti salienti su cui verterà la sua campagna, prima fra tutti l’arte e i musei, poi vorrà distruggere le pale eoliche e infine si occuperà del turismo dell’isola, «ho molte idee e penso che i siciliani mi voteranno».

Ma Sgarbi non è nuovo in territorio siculo, infatti ricordiamo che è stato per 4 anni il sindaco di Salemi in provincia di Trapani, un’esperienza conclusasi con lo scioglimento del comune per infiltrazioni mafiose. Il perseverante Vittorio aveva poi cercato di diventare anche sindaco di Cefalù ma non è riuscito ad aggiudicarsi la poltrona, questa sconfitta lo ha portato ad affermare l’estate scorsa «Ho deciso fermamente di non fare più nulla che abbia affinità con incarichi pubblici in Sicilia. È una regione totalmente irrecuperabile perché danneggiata dallo Stato»

La scelta di diventare governatore della Sicilia però è dettata da una precisa volontà che il critico dichiara apertamente «Serve qualcuno che dia del filo da torcere ai grillini», se così fosse quello che sembra preannunciarsi in terra siciliana, è una lotta tra titani, Sgarbi contro Grillo chi la spunterà!

A.M.

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: