Cronaca I FATTI DEL GIORNO

Siracusa: voleva far esplodere il palazzo con otto bombole di gas

#nowinsicily

Voleva uccidersi e far esplodere l’intero stabile. Questa l’assurda decisione di un 26enne siracusano che si è barricato in casa con otto bombole di gas, una bottiglia di alcool etilico e un accendino. L’allarme è stato lanciato dai familiari del giovane preoccupati dalle continue minacce del ragazzo, sul posto sono giunti i poliziotti che hanno subito messo il palazzo in sicurezza, facendo evacuare tutti i condomini e sono intervenuti repentinamente per cercare una mediazione ed evitare che l’uomo compisse il folle gesto.
Non appena gli agenti sono riusciti ad entrare nell’appartamento il giovane con evidenti disturbi psichici, ha aperto la valvola del gas tentando di dar fuoco all’alcool che aveva abbondantemente versato sul pavimento. Due poliziotti, con una mossa fulminea, hanno cercato di bloccarlo ma l’uomo ha versato contro loro l’alcool dandogli fuoco, alcuni colleghi hanno subito spento le fiamme addosso agli uomini che si sono salvati ma hanno riportato ustioni sul corpo. Nel frattempo altri agenti, con molte difficoltà dopo una strenua resistenza e diverse colluttazioni sono riusciti a immobilizzare il ragazzo e ad arrestarlo.
La vicenda però non si è conclusa cosi, infatti i familiari dell’uomo che in una prima fase avevano chiamato la polizia, al momento dell’arresto del ragazzo si sono scagliati contro gli agenti colpendoli con bastoni e inveendo contro di loro con violente minacce, pertanto sono stati anche loro denunciati.
Il 26enne dovrà rispondere dei reati di strage, resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale, l’uomo è stato ricoverato dapprima all’ospedale Umberto I° e dopo presso il reparto di psichiatria dell’ospedale Muscatello di Augusta dove dovrà essere sottoposto al trattamento sanitario obbligatorio.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: